Turisti non per caso (pt. 1)

Di Fausto TATONEturisti1

NB: La figura è a titolo esemplificativo e non è da considerarsi come gerarchia

Cercare di rivitalizzare l’attenzione sul Gran Sasso aquilano (ma non solo) per evitare un definitivo spopolamento e abbandono della nostra Montagna, ormai in atto da anni, è stato da sempre l’obbiettivo primario di questo gruppo (SaveGranSasso).

Individuarne, però, le cause per cercare di contribuire a un immediato cambiamento, non è affatto semplice.
Alcune sono di natura gestionale , con il Centro Turistico del GS e del suo controllante Comune dell’Aquila, altre di natura politica, con la complessità della Regione e le dinamiche territoriali, altre di natura amministrativa, con l’Ente Parco e le sue mille contraddizioni, altre di natura europea, con l’Unione che prevale sull’identità nazionale, altre di natura squisitamente personale, con visioni divergenti improvvisate davanti a un caffè.
Insomma un mix perfetto di decine di Enti, Organizzazioni e persone incastrati come scatole cinesi responsabili in egual misura delle “sventure” della nostra cara Montagna.

Ma c’è un’altra causa da aggiungere a questo folto elenco, quella che forse determina l’effetto più incisivo: la promozione turistica.

Ormai gli abruzzesi sono diventati bravissimi a promuovere il loro territorio quando si trovano davanti un turista, ma in un mercato turistico globale, diventano come dei piccoli uccellini mentre in cielo rombano un centinaio di Boeing 747.

Il mercato globale, con l’avvento di internet e la sua relativa consacrazione come strumento indispensabile nella scelta della destinazione dove passare le proprie vacanze, ha determinato un cambiamento radicale nei flussi turistici, sempre più intenti ad ottimizzare il rapporto qualità/prezzo ed in cerca di emozioni uniche e esclusive.

Sistemi tecnologici in grado di mettere in concorrenza un piccolo borgo con i Caraibi, un b&b la catena Holiday Inn, una piccola statuetta appena rinvenuta con la Tour Eiffel.

Per cercare di capire gli errori, ma anche le relative opportunità, legate alla promozione turistica dell’Abruzzo aquilano, abbiamo provato a fare i turisti, cercando sul Web come viene presentata l’offerta relativa alla nostra terra.

Una galassia, forse una piovra, di informazioni , non sempre veritiere o aggiornate, in larga parte in mano alle istituzioni (regione e parchi) o a consorzi privati-pubblici (dmc-destination management company, di cui parleremo piu avanti).

Dalla confusione però pian piano si delinea un prodotto turistico, che seppur ancora immaturo e in cerca di una precisa identità, fatta eccezione per quelle località che storicamente hanno sempre “tirato la carretta” (costa nord , alcuni borghi e roccaraso), è in grado di attrarre l’attenzione di molti.

La Montagna, con le rispettive zone interne, comincia a mostrare chiari segnali di un interesse ampiamente diffuso anche per passarci le vacanze cd tradizionali, fino al punto da spingere gli operatori della nostra costa a proporre pacchetti mare/montagna. Insomma è arrivato il momento di correre alla svelta e prendersi i clienti. Siamo pronti?

Stringendo il focus sul nostro pachidermico territorio, abbiamo cercato di individuare tutti gli attori della promozione turistica della Destinazione Gran Sasso Aquilano (foto allegata), perché se vogliamo cambiare lo stato attuale e “approfittare” di questa positiva convergenza è su di loro che dobbiamo fare affidamento.

In questo piccolo viaggio, diviso in 4 parti, cercheremo di capire come funziona il complesso Sistema di Promozione Turistica radicalmente cambiato anche da recenti leggi regionali, sperando di contribuire a renderlo più efficiente e trasparente.
Buon viaggio
(fine 1 pt)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...